articoli

DOBBIAMO REAGIRE PER IL BENE DEI NOSTRI FIGLI


Molto sorpendente la proposta che i KD vogliono discutere. Dato che le ricerche sul bilinguismo negli ultimi decenni quasi  unanimamente sostengono la necessità dell’insegnamento della lingua madre al bambino come fondamento perché possa imparare un’altra lingua, ci si domanda su quali ricerche sia basata la loro proposta.

Sostenere, come viene fatto nella proposta, che ormai i bambini delle famiglie immigrate non hanno bisogno di sostegno nella lingua materna perché vivono in quartieri dove il problema è piuttosto che nessuno parla svedese, dimostra un’incredibile mancanza di conoscenza della realtà delle aree “ghettizzate” dove decine sono le lingue che si parlano.

Solo se gli immigrati vivessero in quartieri dove la presenza di svedesi e della lingua svedese fosse normale, sarebbe più facile la loro scolarizzazione e l’apprendimento dello svedese. Ma questo è un problema di politica sociale, non ha niente a che fare con ‘insegnamento della lingua materna.

MA/AD