articoli

Angelo Tajani ci ha lasciati


Il 27 dicembre 2020 ci ha lasciato Angelo Tajani. Da molto tempo malato, non è sopravvissuto alle complicazioni dovute al CoViD-19.

Angelo, come molti di voi sanno già, è stato uno dei pilastri della comunità italiana in Svezia, divulgatore della cultura svedese in Italia e della cultura italiana in Svezia.

Negli ultimi anni è stato anche il direttore della testata “Il Lavoratore” dando un enorme contributo durante la sua carica.

Personalmente Angelo, è stato più di un direttore, è stato un amico. Tra i primi a credere in me, nel primo periodo in cui mi trasferii qui, Angelo è stato anche un mentore nella vita lavorativa. Nonostante i suoi numerosi riconoscimenti e la sua importanza professionale era una persona non solo affabile ma anche gentile.

Con la sua perdita, un altro vuoto si è creato, a lui sopravvivono la sua famiglia e i suoi scritti, oltre la moltitudine di ricordi che, chi lo ha conosciuto, porta con se.

Si potrebbero dire tantissime cose ancora di Angelo, ce ne saranno sicuramente altre occasioni, ma oggi l’unica parola che mi si ripete nella testa è grazie. Grazie Angelo, per il tuo lavoro e per la tua amicizia.

Valerio De Paolis